Condividi

GOD SAVE THE V8 6 LITRES 3/4. L’8 CILINDRI DA 6 LITRI E 3/4, IN SERVIZIO DAL 1959, NON CONOSCE STANCHEZZA E OGGI ANIMA CON FORZA LA MULSANNE. COME DARGLI TORTO: E’ L’UNICO PEZZO DI STORIA BENTLEY RIMASTO.

Secondo un giornale olandese, che cita una non meglio precisata fonte ufficiale della Casa Madre, Bentley non ha intenzione di ritirare dal mercato il motore 8 cilindri a V da “6 litri e 3/4” (come presuntuosamente riportato nella grande targhetta che campeggia sul bordo del vano motore non appena si solleva il cofano) che equipaggia la gamma attuale della Mulsanne.

Secondo le informazioni di Bentley, infatti, il mercato non richiede un motore più innovativo e tecnologico per questo modello. Del resto, questo motore è un pezzo di storia del marchio della B alata, sviluppato “in-house” oltre 40 anni fa.

Questo storico 8 cilindri, del resto, è l’ultima eredità dell’heritage Bentley. Da quando l’azienda fa parte del Gruppo VW-Audi (nel 1998 il Gruppo Rolls-Royce Bentley è passato ai tedeschi; nel 2003 Rolls è stata ceduta al Gruppo BMW), molto è stato fatto per modernizzare tutta la gamma. A partire dai propulsori: prima il W12 biturbo della nuova Bentley Continental GT (oggi il 12 cilindri più diffuso al mondo) e, negli anni più recenti, il V8 biturbo 4 litri di provenienza Audi.

UN PO’ DI STORIA

L’8 cilindri a V da 6.750 cc e due turbocompressori è uno dei più vecchi motori al mondo ancora in produzione. La sua architettura di base, tutt’ora utilizzata per andare a costituire la base del propulsore, risale al lontano 1959. Fu introdotto quando il brand della B alata era ancora di proprietà di Rolls-Royce. Il motore L410 (4,10 è la misura in pollici dell’alesaggio, ovvero 104 mm).

Dall’ingresso del marchio Bentley nel Gruppo Volkswagen, il V8 Serie L ha continuato senza sosta il suo sviluppo mantenendo tutte le caratteristiche di base.

La configurazione attuale da 6.750 cc fu inaugurata nel 1968 aumentando la corsa a 99 mm e inaugurando la classica denominazione dell’8 cilindri da “6 litri e 3/4”. Nel 2006 ha ricevuto il suo maggiore sviluppo e oggi questo motore eroga il 150% di potenza in più rispetto alla prima versione e produce il 40% di consumo in meno.

Sulla attuale generazione della Bentley Mulsanne eroga, grazie all’aiuto di 2 turbocompressori, 512 Cv a 4.000 giri e 1.020 Nm di coppia a 1.750 giri. La Bentley Mulsanne scatta sullo 0-100 in 5″3 e tocca 296 km/h.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.