Condividi

VIA ALLE DANZE (DELLA SPECULAZIONE)! UN CASO IN INGHILTERRA ACCENDE LA QUESTIONE: UN CLIENTE, CHE AVEVA ORDINATO UNA FERRARI 458 SPECIALE, E’ STATO SUCCESSIVAMENTE “INCORAGGIATO”, PER ASSICURARSI L’ACQUISTO, DI CARICARE DI ACCESSORI IL SUO ESEMPLARE POICHE’ DIETRO DI LUI UNA CODA INFINITA DI POTENZIALI ACQUIRENTI E’ PRONTA A PAGARE MOLTO DI PIU’ DEL PREZZO DI LISTINO PUR DI AVERNE UNA. A GINEVRA 2015 IL RESTYLING DELLA 458: CON NUOVO MOTORE V8 BITURBO.

Attorno al marchio Ferrari, parlare di speculazione è quasi un argomento banale. Enzo Ferrari ha creato un vero mito automobilistico e la presidenza di Luca Cordero di Montezemolo, abile uomo di Marketing, ha trasformato la passione per la Rossa in un vero e proprio orgoglio. Oggi, quindi, parlare di Ferrari drizza dappertutto le antenne di appassionati, investitori e “furbacchioni” alla ricerca di grassi guadagni.

La nuova protagonista di fenomeni speculativi potrebbe essere, nei prossimi mesi, la 458 Speciale, il modello più sportivo e performante della 458 Italia, recentemente affiancato dalla versione spider, la 458 A Aperta vista per la prima volta al Salone di Parigi 2014.

LA VUOI? AGGIUNGI OPTIONAL!

Il recente caso riportato da una società finanziaria inglese specializzata in auto di prestigio punta i riflettori sulla Speciale: Tim Marlow, Direttore di Magnitude Finance ha raccontato, in un’intervista, il caso di un suo cliente.

Questi aveva ordinato un esemplare della 458 Speciale ma, alcuni mesi dopo, gli è stato consigliato di rivedere il suo ordine “al rialzo” per garantirsi l’acquisto della vettura. In parole povere, se avesse aggiunto accessori (aumentando il conto finale) si sarebbe messo al riparo dalle numerose richieste di clienti disposti a pagare molto di più pur di averla.

Insomma, presso i concessionari Ferrari non vale il principio del “chi primo arriva, se la assicura”. I potenziali-acquirenti, infatti, pagano una prima somma per “mettersi in coda” ma questo non assicura loro l’acquisto.

GINEVRA 2015: 458 BITURBO

Le ragioni di questo comportamento possono essere molteplici: l’indiscusso fascino della Speciale, le sue caratteristiche particolarmente estreme, il suo ruolo di versione molto particolare. Ma, soprattutto, potrebbe essere dovuto al fatto che la Ferrati 458 sarà l’ultima berlinetta V8 di Maranello con motore aspirato. Al prossimo Salone di Ginevra 2015, infatti, Ferrari dovrebbe presentare il restyling della 458 Italia. La novità tecnica più importante attesa è un nuovo motore 8 cilindri a V con 2 turbocompressori, che a Maranello manca ormai dai tempi dell’F40.

Sarebbe lecito attendersi, quindi, che le quotazioni della Ferrari 458 Speciale (in questo scenario, naturalmente, ricade anche la 458 A Aperta, che sarà limitata a soli 499 esemplari) siano destinate a crescere nei prossimi tempi, generando un classico effetto “instant classic”.

Fonte: GTSpirit

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.