Condividi

IL SOLE SULLA CRESTA DELL’ONDA. SU COME SOTTOMARINO? IL FRANCESE MUB DESIGN STUDIO HA RECENTEMENTE PRESENTATO IL SUO CONCEPT: IL MU-36 MOTOR YACHT. SOLO UN KIT DI IDEE STILISTICHE RECUPERATE?

Il SU-36 Yacht 36m concept by Mub Design Studio, con struttura in alluminio, è lungo fuori tutto 36 metri e largo 9,4.

Può accogliere, oltre alle 5 persone dell’equipaggio, fino a 10 ospiti.

La caratteristica più evidente è la prua inversa che si richiama al superyacht A di Philippe Stark e al Green Voyager.

La linea della “carrozzeria” ricorda invece il concept del catamarano presentato tempo fa da Porsche e tuttora in costruzione.

Secondo alcuni studi di idrodinamica, parrebbe che la prua invertita sia il modo migliore per “assorbire” le onde ottenendo migliori prestazioni e una riduzione dei costi per il combustibile.

Se così fosse, ci chiediamo perché così pochi yacht designer non adottino questa soluzione stilistica.

Certo è che, quando si è in navigazione, gli spruzzi arrivano fino alla plancia di comando.

Il ponte superiore di questo concept yacht di lusso ricorda, nelle linee, la fusoliera di un aereo che aiuta a ridurre la resistenza aerodinamica. Anche Luiz de Basto disegnò una barca con la timoneria a sbalzo tipo aereo rivolta verso la parte prodiera riservata agli ospiti.

La zona di prua è ben strutturata per poter prendere comodamente e oziosamente il sole; peccato che sia l’area sempre meno amata dall’armatore in quanto non riservata ma, al contrario, sotto lo sguardo dell’equipaggio in plancia di comando.

Sul tetto, interamente vetrato, si possono notare 4 grandi pannelli fotovoltaici che convertono i raggi del sole in energia elettrica.

La scelta di un’importante superficie vetrata, anche lungo la barca, garantisce illuminazione naturale e, in alcuni casi, una vista a 360°sul panorama circostante.

Ci verrebbe però da pensare che un’area vetrata di queste dimensioni andrebbe a creare un caldo tipo “effetto serra”; bisognerebbe spendere migliaia di btu per raffreddare gli ambienti dell’upper deck mandando così in “fumo” il risparmio ottenuto grazie ai pannelli solari.

Gli spazi aperti esterni adibiti all’oziosa e amata attività di prendere il sole paiono pochi rendendo la barca un po’ troppo “chiusa” mentre una confortevole e immancabile vasca idromassaggio completa la “vie en plein air” sullo yacht.

Il Su-36 è equipaggiato con 2 propulsori MTU 16V (3.650 Cv) e può raggiungere una velocità massima di 32kn (59,26 km/h).