Condividi

290. PERCHE’ NON 300?!? RISPOSTA: PERCHE’ CI SONO LA VW GOLF R E L’AUDI S3. MA, IN FONDO, NON IMPORTA: LA SEAT LEON CUPRA, COME ABBIAMO GIA’ DETTO DURANTE IL TEST DRIVE DELLA 280, ESPRIME UNA PERSONALITA’ BEN PRECISA PER CHI CERCA SOSTANZA. LA NUOVA CUPRA 290 VA’ (IMPERCETTIBILMENTE!) MEGLIO MA, DOPO TUTTO, QUEL CHE CONTA E’ IL SUO CARATTERE MAGNETICO. DATI DI PERFORMANCE NON RIPORTATI.

Con l’avvicinarsi del Salone di Ginevra 2016, oltre al nuovo SUV Ateca, Seat annuncia il nuovo primato sportivo tra i modelli di serie: vanno in pensione Leon Cupra 265 e Cupra 280, lasciano il posto alla nuova Leon Cupra 290, disponibile in versione 3 porte SC, 5 porte e Cupra ST Station Wagon.

Il design della nuova versione resta identico al 100% al modello precedente, con la grande bocca di ingresso d’aria all’anteriore, ruote da 19″ con 5 razze e finitura bicolore, posteriore con spoiler superiore e doppio scarico inferiore. Quest’ultimo, di serie sulla Leon SC 3 porte, è più leggero rispetto all’impianto precedente e offre una minor contropressione allo scarico risultando così più melodico e capace di generare un effetto più positivo sul motore.

Anche l’abitacolo è rimasto invariato: volante sportivo a tre razze con base piatta, sedili sportivi in Alcantara (optional quelli a guscio), pedaliera e brancardi in alluminio, finiture in nero opaco.

Il motore, il 4 cilindri 2.0 TSI, come detto, passa da 280 a 290 Cv. Il picco massimo di coppia, 350 Nm non cambia. E’ disponibile tra 1.700 e 5.800 giri. Il motore è abbinato alla trazione anteriore (con differenziale autobloccante) e cambio meccanico a 6 marce o DSG a doppia frizione.

L’assetto, sportivo, si avvale anche di sterzo con taratura sportiva e Progressive Steering in abbinamento a ESP con vari gradi di intervento in ragione della richiesta di “più” o “meno” sportività.

DI SERIE

Fanno parte dell’equipaggiamento standard: fari full led, frenata con multi-collision brake, sistema infotainment SEAT Media System Plus, DCC dynamic chassis control, Front Assist, frenata automatica d’emergenza nel traffico,

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.