Condividi

MICA ESISTE SOLO IL PITTORE VAN RIJN! E REGISTRIAMOCI STO MARCHIO! BUGATTI, STORICO E ICONICO MARCHIO AUTOMOBILISTICO FRANCESE, HA DEPOSITATO, PRESSO L’UFFICIO DELL’UNIONE EUROPEA PER L’ARMONIZZAZIONE DEL MERCATO INTERNO, UN MARCHIO DI FABBRICA PER IL NOME DI REMBRANDT BUGATTI, LO SCULTORE.

Molti potranno non sapere e ricordare che anche a Casa Bugatti c’era un Rembrandt; si tratta di Rembrandt Bugatti, scultore, secondogenito di Carlo Bugatti e  fratello minore di Ettore, quest’ultimo uno dei più famosi fabbricatori di automobili al mondo.

Il suo nome fu scelto dallo scultore Ercole Rosa, autore del monumento equestre presente in piazza del Duomo a Milano.

Il suo amore per la natura lo portò a passare parecchio tempo in una riserva naturale che si trovava vicino ai Paris Jardin des Plantes e all’Antwerp Zoo al fine di studiare le caratteristiche e le abitudini degli animali esotici.

Le sue opere più popolari e importanti vedono rappresentati elefanti, pantere e leoni.

Alcuni simboli del brand, come l’elefante argentato, il Dancing Elephant, il famoso tappo del radiatore della Bugatti Royale, fu disegnato proprio da Rembrandt Bugatti.

Nel 1916, a seguito di una profonda depressione, Rembrandt Bugatti, a soli 32 anni, inalando gas si tolse la vita.

Le sue opere mantengono un grande valore; un suo bronzo del 1909-1910, il Babouin Sacré Hamadryas (raffigurante il sacro babbuino Papio hamadryas), è stato venduto all’asta per 2.56 milioni di dollari.

La scelta di registrare il marchio Rembrandt pare sia collegata all’ipotesi che la casa automobilistica francese desideri utilizzarne il nome per il prossimo modello della serie speciale Les Légendes de Bugatti che, al momento, vanta al suo attivo la Bugatti Veyron Jean-Pierre Wimille e la Bugatti Veyron Grand Sport Vitesse Jean Bugatti.