Condividi

MUSO FALLICO RELOADED (VEDI TORO ROSSO STR9). SULLA PISTA DI JEREZ DELLA FRONTERA ANCHE LA FORCE INDIA VJM07 SI SVELA AD APPASSIONATI E FOTOGRAFI DURANTE LA PRIMA SESSIONE COLLETTIVA DI TEST INVERNALI. ANCHE SE VERNICIATA DI NERO, QUELLA SOTTOSPECIE DI PROBOSCIDE IN FONDO AL MUSETTO E’ TUTTA UN INVITO AI COMMENTI PIU’ MALIZIOSI.

Nico Hulkenberg e Sergio Perez sono le due prime guide della nuova monoposto di F1 del team Force India per il 2014. La VJM07, anticipata la settimana scorsa da un’immagine-render che la ritraeva lateralmente, si è finalmente mostrata nella sua fisicità e nei suoi particolari strutturali.

La monoposto del team di proprietà di Vijay Mallya, è stata progettata dal team guidato da Andrew Green, che ha dichiarato: “La VJM07 è basata, dal punto di vista “genetico”, sulla VJM05 ma ogni componente della macchina nuova è stato completamente riprogettato, dall’ala anteriore al diffusore posteriore per rispondere alle nuove normative. Insomma: abbiamo ottenuto gli stessi risultati ma in modo diverso!”.

Il musetto, simile a quello della Toro Rosso STR9 propone un curioso prolungamento finale, verniciato di nero. E’ sostenuto da due piccoli pilastri che gli danno una forma molto rialzata (viceversa, quello della Ferrari F14T è completamente diverso).

Si può notare come la zona del musetto oltre l’abitacolo rimanga in posizione molto rialzata per poi iniziare a scendere in corrispondenza dei braccetti delle sospensioni.

Anche la zona sopra il casco del pilota è molto interessante: l’airscoop principale, di forma triangolare presenta, subito dietro, un’altra presa d’aria, soluzione, fino a questo momento, unica nel panorama della nuova F1. In coda, infine, si può notare come anche in questo caso (come sulla Red Bull RB10) è presente un sostegno (nella forma di due braccetti) che collegan la parte posteriore del cofano motore con il profilo alare della grande superficie aerodinamica.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.