Condividi

FERRARI CAMPIONESSA (DI SOLIDARIETA’). LUCA CORDERO DI MONTEZEMOLO HA CONSEGNATO AL COMUNE DI MIRANDOLA LA SOMMA RACCOLTA IN BENEFICENZA PER IL TERREMOTO DELL’EMILIA. 1.9 MILIONI DI EURO (1,4 RACCOLTI CON LA VENDITA DI UNA 599 XX EVO), SARANNO DISTRIBUITI TRA 67 PERSONE. TRISTEZZA-MONTEZEMOLO: “AVEVAMO RACCOLTO LA CIFRA DOPO SOLO DUE SETTIMANE MA A CAUSA DELLA BUROCRAZIA ITALIANA LA POSSIAMO CONSEGNARE SOLO OGGI”.

Si è svolta ieri nel comune di Mirandola la cerimonia di consegna, ai terremotati del rovinoso sisma dello scorso maggio 2012, della somma raccolta dalla Ferrari con una serie di iniziative messe in campo nei giorni immediatamente seguenti il terremoto.

Sono stati raccolti oltre 1,9 milioni di euro, provenienti da vari fronti:

– La vendita, per 1,4 milioni di euro, di un esemplare di Ferrari 599XX Evo, acquistato dal collezionista Benjamin Sloss e consegnato nel corso del G.P. di Monza dello scorso anno
80.000 euro provenienti dalla vendita di un motore di Ferrari F2008
23.000 euro per la vendita di un musetto di Ferrari F60
– Numerose donazioni spontanee da parte di clienti Ferrari (un appassionato russo ha donato 100.000 euro).

Il Presidente di Ferrari S.p.A., Luca Cordero di Montezemolo: “sono felice che oggi sia possibile dare un concreto aiuto finanziario alle famiglie di chi ha perduto i beni essenziali per la propria sussistenza. Mai come dopo questa tragedia questo territorio ha dimostrato, se mai fosse stato necessario, che lavoratori e imprenditori sono una cosa sola.

“Chi continua in questo Paese a dividere, a pensare che siano su strade diverse, fa un errore che e’ anche antistorico – ha spiegato il Presidente della Ferrari – questo Paese ha bisogno di unita’ di intenti, di lavorare insieme, che insieme alla parola crescita – di cui si parla molto e si fa quasi niente- venga immediatamente la parola solidarieta'”.

“Chi in questo territorio ha ben radicate le proprie origini, le proprie radici, come la Ferrari, a questo territorio deve molto e a questo territorio in certi momenti e’ giusto ridare indietro quel molto che si riceve- ha ribadito Montezemolo – E il patrimonio piu’ grande di qualunque imprenditore sono le donne e gli uomini che lavorano nella propria azienda“.

In appena due settimane avevamo raccolto la cifra per aiutare i familiari. Ma poi uno dei tanti mali del nostro Paese, la burocrazia, si è messa di mezzo e solo oggi abbiamo potuto consegnare la somma.

In totale, 67 persone riceveranno 28.000 euro a titolo di risarcimento per i danni subiti.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.