Condividi

LE BUONE IDEE SONO SEMPRE LE PIU’ IRREALIZZABILI. IL DESIGNER FREDERIK TJELLESEN IPOTIZZA DI RESTITUIRE ALLA VITA UN’ESPONENTE DELLA TRADIZIONE DELLE BARCHETTE MASERATI DEGLI ANNI ’50, QUELLE CHE PORTARONO, NEL ’57, A UN SOFFIO DAL TITOLO NEL MONDIALE MARCHE, ALL’EPOCA MOLTO PIU’ FAMOSO DELLA F1 (MASERATI SI CONSOLO’ PROPRIO CON LA VITTORIA DEL MONDIALE CON LA MONOPOSTO 250 F GUIDATA DA JUAN MANUEL FANGIO)

Il designer Frederik Tjellesen ha immaginato la rinascita della Maserati 250 S. Si tratta di un modello estremamente raro nella storia delle vetture sport del Tridente che, dal dopoguerra ai primi Anni 60, “colonizzarono” i podi del campionato Mondiale Marche.

La Ferrari 250 S, in particolare, fu prodotta in soli 4 esemplari e rappresentò un modello sperimentale superiore al 200S. Questo modello apparve quasi in incognito nel gennaio 1957 al Gran Premio d’Argentina a Buenos Aires: si trattava, semplicemente, di una 200 S con un motore aumentato di cilindrata da 2 a 2,5 litri.

La vettura non ebbe seguito in quanto fu presto accantonato per dare spazio al Progetto Tipo 53, corrispondente alla Maserati 300 S con motore 3 litri.

La 250 S è una delle Maserati più preziose: lo scorso 9 settembre il telaio 2432 (con motore 2432, un raro caso di “matching numbers”) è stato venduto all’asta da RM Auctions per oltre 2,1 milioni di sterline (oltre 2,5 milioni di euro).

La rediviva 250 S pesca a piene mani da progetti già noti: il muso riprende chiaramente il prototipo Maserati Birdcage 75th prodotto da Pininfarina. Il corpo vettura, invece, è quello della Pininfarina Sergio.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.