Condividi

LAVORARE DIVERTENDOSI. PURTROPPO NON SARA’ PRODOTTA MA QUEL CAPOLAVORO DELLA JAGUAR PROJECT 7 NON RESTERA’ LETTERA MORTA. ANTICIPA, INFATTI, LE SOLUZIONI CHE INCONTREREMO SULLE VERSIONI SEMPRE PIU’ SPORTIVE DELLA F-TYPE ROADSTER.

Il Chief Designer di Jaguar, Ian Callum, racconta il processo di creazione del prototipo Project 7.

Essa rappresenta, nelle parole del designer inglese, lo spirito Jaguar nella sua forma più pura. Le forme, il colore, sono quanto di più affine alla filosofia del marchio inglese.

E’ stata creata per il puro godimento, per essere guidata in velocità con lo stesso spirito di passione che ci vuole per una Jaguar C-Type o una D-Type. “E’ stato un progetto condotto da un team di designer composto da pochissime persone, che ha lavorato divertendosi. Siamo partiti da un foglio bianco, abbiamo creato l’auto digitalmente e siamo quindi passati subito alla vettura definitiva“.

E’ un’automobile Jaguar piena di desiderio. Mi piace l’idea di poter creare qualcosa di speciale. Se pensi di concepire un’auto dedicata alla pura emozione allora il tuo risultato sarà un prodotto molto più soddisfacente di un’auto qualsiasi.”

Jaguar ha già dichiarato che questo prototipo non è stato pensato per la produzione. Nondimeno la Project 7 ha l’importante funzione di anticipare soluzioni che presto vedremo sulle varianti sportive della Jaguar F-Type, quelle che, riprendendo la denominazione già utilizzata sulla gamma, potrebbero chiamarsi F-Type R, F-Type R-S e F-Type R-S GT.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.