Condividi

L’UOMO DEL MONTE, HA DETTO SI’! SE BENTLEY HA ANNUNCIATO, ALLA PRESENZA DEL PRIMO MINISTRO DAVID CAMERON, LA PRODUZIONE DEL SUV NEL 2016, PROBABILMENTE E’ VERO. DOPO MOLTE SPECULAZIONI E L’APPARENTE CONGELAMENTO “IN ATTESA DI TEMPI MIGLIORI” DELLA VERSIONE STRADALE DELLA EXP 9 F (O FALCON), FINALMENTE IL SEMAFORO VERDE AL PROGETTO. SARA’ PRONTO NEL 2016

Alla presenza del Primo Ministro del Governo inglese David Cameron, di Martin Winterkorn, Chairman of the Board of Volkswagen Group, del Segretario agli Affari interni  Vince Cable e di Wolfgang Schreiber, numero uno dell’azienda, Bentley dà ufficialmente avvio al progetto per la produzione del SUV della B alata.

Nei prossimi 3 anni Bentley investirà 800 milioni di Sterline e creerà 1.000 nuovi posti di lavoro per supportare il progetto. L’inizio della cantierizzazione della quarta linea di modello rientra nel programma del Governo inglese denominato Automotive Industrial Strategy per supportare l’industria automobilistica britannica.

Il progetto è ambizioso: Bentley promette che questo nuovo modello sarà un nuovo punto di riferimento in termini di lusso, performance, qualità e artigianalità. Sarà differente da qualsiasi altro SUV che abbia mai morso l’asfalto e sarà naturalmente pieno del DNA Bentley.

Sarà, infine, il SUV più potente e lussuoso del mercato mondiale.

Tempi d’attesa: 16 mesi a partire da oggi.

DELLA EXP 9 F O FALCON

Il sasso è già stato lanciato nello stagno. In un segmento, quello dei SUV, che ancora attende di incoronare la vettura regina Bentley non ha ancora imposto il suo ruolo maiuscolo, ad eccezione di un paio di proposte super-segrete che “sembra” siano state prodotte anni fa per il Sultano del Brunei, il matto più ricco del mondo.

Si è così iniziato a parlare di SUV Bentley a partire dal prototipo EXP 9 F, presentato al Salone di Ginevra 2012. In seguito denominato Bentley Falcon, questo grande SUV, invero non molto apprezzato dalla critica giornalistica è diventato un altissimo protagonista dei futuri numeri di vendita Bentley ma, poi, l’entusiasmo si è spento e la stessa Casa Madre ha preferito frenare l’ottimismo: meglio attendere che la crisi passi!

Ora se ne torna a parlare e non va dimenticato che questo stesso modello potrebbe avere anche un futuro nell’ambito del marchio Audi e di un SUV da posizionare sopra l’Audi Q7.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.