Condividi

TENTATIVO DI RIVALSA. PAUL WALKER E ROGER RODAS MORIRONO IN UN TRAGICO INCIDENTE A BORDO DELLA LORO PORSCHE CARRERA GT A SANTA CATALINA. LE INDAGINI CONCLUSERO CHE FU COLPA DI RODAS, CHE GUIDAVA A VELOCITA’ FOLLE. LA MOGLIE NON CI STA E FA CAUSA A PORSCHE NORTH AMERICA ADDUCENDO MOTIVAZIONI COMPLETAMENTE OPPOSTE: IL MARITO STAVA GUIDANDO ENTRO I LIMITI E LA PORSCHE AVEVA GRAVI DIFETTI STRUTTURALI.

Secondo numerosi media americani Kristine Rodas, la vedova di Roger Rodas, ha fatto causa a Porsche North America portando a sua difesa gravi difetti strutturali sofferti dalla Porsche Carrera GT su cui il marito, Roger Rodas, e l’attore Paul Walker (star della serie Fast & Furious) persero la vita lo scorso novembre.

Nella causa, aperta lunedì presso la Corte di Giustizia di Los Angeles, la parte lesa dichiara che Roger Rodas stava guidando la Porsche Carrera GT (che, per cause ancora non del tutto chiarite andò a sbattere contro un albero incendiandosi) a 55 miglia orarie (90 km/h) e non a oltre 90 miglia (quasi 145 km/h) come stabilito dagli investigatori che hanno indagato sull’incidente.

GRAVI DIFETTI A SERBATOIO E SOSPENSIONI

Le motivazioni della causa, inoltre, affermano che il serbatoio del carburante della Porsche Carrera GT non possedeva adeguate caratteristiche di robustezza e sicurezza. In caso contrario la vettura non si sarebbe incendiata. Infine, la vettura soffriva di un difetto alle sospensioni che l’ha portata fuori strada.

“La Carrera GT non era abbastanza sicura per l’utilizzo a cui era rivolta e questo dipese da cause strutturali insite nella fabbricazione, nella progettazione, nella componentistica e nei materiali – recita la causa.

LA CONCLUSIONE DELLE INDAGINI: L’ESATTO CONTRARIO

La causa intentata dalla vedova Rodas stravolge completamente le conclusioni delle perizie condotte dagli uomini dell’ufficio dello sceriffo della Contea di Los Angeles e della California Highway Patrol. Questi hanno concluso che Rodas guidava a velocità molto elevata e non hanno rilevato alcun difetto strutturale nella Porsche Carrera GT.

Siamo molto dispiaciuti per le famiglie di Walker e Rodas – ha dichiarato Porsche. La vicenda è stata oggetto di una complessa indagine investigativa dalle autorità di Los Angeles e le loro conclusioni smentiscono tutte le motivazioni addotte nella causa. Gli investigatori hanno concluso che l’incidente è stato causato da uno stile di guida negligente a velocità molto elevata e che la macchina non avesse alcun difetto meccanico“.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.