Condividi

100 ANNI E UNA PICCOLA PAUSA IN ATTESA DI RICOMINCIARE. IL FINANZIERE BONOMI (INVESTINDUSTRIAL) STA RIDISEGNANDO GLI EQUILIBRI DEL BRAND. ASTON MARTIN SI ADAGIA SUGLI ALLORI: NELL’ANNO DI CELEBRAZIONE DEL SUO CENTENARIO AL SALONE DI FRANCOFORTE NON PRESENTA ANTEPRIME MONDIALI MA SI ACCONTENTA DI ESIBIRE LA GAMMA AL GRAN COMPLETO. LA CC100 E’ SENZA DUBBIO LA REGINETTA DELLO STAND.

Lo scorso luglio, a Londra, Aston Martin ha celebrato 100 anni di vita. Quest’anno l’azienda di Gaydon ha voluto celebrare i fasti del suo passato con numerose iniziative ma sul fronte della produzione la strategia ha inteso dedicarsi al completamento della gamma e a progetti ultra-speciali.

E’ infatti un anno di grandi cambiamenti: il fondo Investindustrial del finanziere italiano Andrea Bonomi ha acquisito il controllo del marchio e sta lavorando al nuovo corso aziendale (recentemente è stato chiuso un accordo ufficiale con Mercedes-AMG per la fornitura di motori).

Così quest’anno abbiamo visto la nuova Vanquish Volante, la sportivissima V12 Vantage S, la straordinaria CC100 (presentata al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este) e, durante le celebrazioni di Londra, due esemplari unici allestiti da Zagato: l’Aston Martin DBS Coupé Zagato Centennial e l’Aston Martin DB9 Spyder Centennial.

FRANCOFORTE

La Vanquish Volante, la V12 Vantage S e la CC100 (si dice che l’esemplare di Villa d’Este abbia già un proprietario) sono in prima fila nell stand Aston Martin al Salone di Francoforte, supportate da tutta la gamma al gran completo.

Ci sono, infatti, anche tutte le V8, la coupé 4 porte Rapide S e i modelli allestiti con il programma di personalizzazione Q.

 iaa-2013-francoforte-frankfurth-autoshow_0-100

Gli Speciali di 0-100.it: SALONE DI FRANCOFORTE 2013