Condividi

VERA GLORIA? FERRARI CI RICORDA LE POTENZIALITA’ DEL REPARTO TAILOR MADE DEDICATO ALLA PERSONALIZZAZIONE DI CARROZZERIA E ABITACOLO DELLE SUE AUTO. OGNI AUTO GUADAGNA CERTAMENTE IN UNICITA’ SECONDO LE VOGLIE DEL PROPRIETARIO MA E’ INDUBBIO CHE SI TRATTI ESCLUSIVAMENTE DI UN’ESCLUSIVITA’ BASATA SOLO SUGLI ACCESSORI. CI SAREBBE, ALLORA, IL REPARTO “SP” (SPECIAL PRODUCT) MA I COSTI SCHIZZANO ALLE STELLE.

Ferrari ha rilasciato ufficialmente un portfolio di immagini che illustrano il programma Tailor Made dedicato alla cura del cliente che, soddisfatto di carrozzeria e meccanica della sua Rossa, vuole abbellirla con un tocco di personalità in più per gli interni (colori e materiali) ed esterni (colori di carrozzeria, serigrafie ecc…)

Il “salotto buono” dei Ferraristi prende posto su una FF. La rivoluzionaria Shooting Brake di Maranello ha riportato in auge un concetto tanto in voga negli Anni 60, quando la fama inglese di questo tipo di carrozzerie (specialmente su meccaniche Aston Martin e Jaguar), contagiò anche i grandi carrozzieri italiani ispirandoli nella creazione di esemplari unici o showcar da Salone per la gioia e il palato sopraffino di qualche nobile o sensibile committente.

Oggi, era in cui i più altisonanti nomi della carrozzeria sono quasi tutti defunti (sopravvivono Pininfarina e Zagato,  che proprio recentemente ha presentato la Virage Shooting Brake), costruire un’automobile è diventata un‘impresa titanica (affidabilità, comfort, prestazioni, efficienza, rete di assistenza, omologazione), e in cui i grandi marchi non possono permettersi costosissimi reparti d’atelier per la creazione di carrozzerie speciali (l’unico obbiettivo devono essere i volumi pena la sopravvivenza dell’azienda!), solo pochissimi costruttori possono vantare un’esclusivissima depandance dedicata ai clienti più esigenti.

E’ il caso di Ferrari, che dispone di due differenti reparti: la divisione SP è quella dedicata alle vetture d’atelier, con meccanica rigorosamente standard ma carrozzeria profondamente differente (vedi le recenti F60 AmericaF12 TRS o la SP America). A un livello più basso, invece, sta il reparto Ferrari Tailor Made, dedicato alla personalizzazione spinta di interni e particolari di carrozzeria (si ricorda, ad esempio, la F458 Niki Lauda)

Le tre Ferrari FF ritratte in questo servizio fotografico sono state personalizzate con ampio ricorso a tinte speciali e materiali per gli esterni (personalizzabili anche con particolari serigrafie) e l’abitacolo, dove è possibile allestire le superfici con ogni tipo di tessuto o componente.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.