Condividi

MEGLIO FERRARI O MASERATI? “SE” ALFIERI MASERATI NON FOSSE MANCATO, FORSE LA STORIA SAREBBE STATA ANCORA PIU’ GLORIOSA.

Memori di quanto accadde tra la Ferrari Enzo e la Maserati MC12 (quest’ultima era sostanzialmente una Enzo con il passo allungato), si moltiplicano in rete le visioni di una hyper car Maserati su base Ferrari LaFerrari.

Se il concetto segue la stessa logica delle due progenitrici (la Ferrari concepita come un’instant classic senza velleità sportive, la Maserati come una vera auto da corsa da utilizzarsi per rinforzare la storica tradizione sportiva del brand attraverso la partecipazioni alle gare di durata e GT) ecco che una simile proposta acquisisce improvvisamente senso e autorevolezza.

Aancora di più se inserita nel rilancio della Maserati come parte della strategia del Gruppo FIAT che punta alla valorizzazione dei brand di lussoLa Quattroporte e la Ghibli, infatti, esprimono il prestigio e la classe del lusso Made in Italy in cui Maserati ha primeggiato dalla produzione della 3500 GT (1957) in avanti; ma non può dimenticare che i primi 50 anni di storia sono stati dedicati quasi esclusivamente alle corse.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.