Condividi

OGNI STRADA E’ FRUTTO DI UNA PISTA. DA SEMPRE PORSCHE RIVERSA SUI MODELLI STRADALI LE ESPERIENZE MATURATE NELLE COMPETIZIONI. A GINEVRA LA 919 HYBRID E LA 911-991 RSR RESTITUISCONO, FINALMENTE, DIGNITA’ SPORTIVA ALLA STORIA DEL MARCHIO, SCRITTA SOPRATTUTTO GRAZIE ALLE CORSE.

Al Salone dell’auto di Ginevra 2014 Porsche presenta due importanti modelli stradali: la 991 Targa segna il ritorno allo schema classico con grande rollbar centrale ad arco e tetto rimovibile. Questo tuttavia, si aziona con un movimento completamente elettrico che lo ripone dietro i sedili posteriori attraverso il movimento di tutto il lunotto in cristallo.

La seconda importante novità è la Porsche Macan S Diesel, spinta da un 6 cilindri turbo di 3 litri con 258 Cv, 0-100 in 6″1 e consumo medio di 6,1 l/100 km.

919 HYBRID: OBBIETTIVO LE MANS

Ma L’obbiettivo dichiarato di Porsche per il 2014 è un nuovo grande risultato sportivo che si traduca in una nuova generazione di risultati utili per la produzione di vetture stradali.

Lo dichiara apertamente al Salone di Ginevra, dove il palco d’onore è per la nuova 919 Hybrid per la categoria sportiva LMP1 e la 911 – 991 RSR che si dedicherà alle categorie minori.

Porsche svela nuovi dettagli sulla 919: la più complessa Porsche che sia mai costruita (sotto tutti i punti di vista: motore, telaio, carrozzeria, aerodinamica ed ergonomia di guida) è equipaggiata con un motore termico 4 cilindri a V da due litri di cilindrata, iniezione diretta, distribuzione bialbero, 4 valvole per cilindro, turbocompressore. Questo motore è in grado di erogare circa 500 cavalli.

Il sistema di propulsione sfrutta un motore elettrico azionato da due sistemi di recupero di energia: un generatore elettrico azionato dai gas di scarico della turbina del motore termico e generatore (posizionato sull’asse anteriore) e azionato in frenata. L’energia accumulata viene stoccata in un set di accumulatori al litio e fornita all’unità elettrica che alimenta le ruote anteriori per dare ancora più potenza.

La Porsche 919 Hybrid parteciperà al Campionato Mondiale di Endurance e alla 24 Ore di Le Mans del 2014.

PORSCHE 911-991 RSR

La nuova generazione della 911 da corsa prenderà parte al Campionato mondiale di Endurance WEC. Il Porsche Team Manthey schiererà Jörg Bergmeister (DE), Marco Holzer (DE), Frédéric Makowiecki (FR) e Patrick Pilet (FR). Per la maratona di Le Mans si uniranno al team Richard Lietz (AT) e Nick Tandy (GB).

La 911RSR è basata sulla 991: il passo è stato allungato di 10 cm rispetto alla 997 RSR ed è stata montata una nuova sospensione anteriore a doppi triangoli in luogo del precedente sistema McPherson. Il motore, il 6 cilindri boxer bialbero, 24 valvole, da 460 Cv, proviene dal modello precedente. E’ accoppiato al cambio semiautomatico a 6 rapporti, più leggero rispetto alla stessa unità montata sul modello precedente.

Un ruolo decisivo, sulla nuova auto l’ha giocato la fibra di carbonio: in questo materiale sono realizzati parafanghi, archi ruota, portiere, spoiler anteriore, ala posteriore, cofani, strumentazione, tunnel centrale. Questo ha permesso di ridurre il peso e, nello stesso tempo, di abbassare significativamente il baricentro.

special-salon-salone-geneve-ginevra-geneva-0-100.low

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2014