Condividi

Q(UASI) UNA VERA RS. E’ GIUNTO IL MOMENTO DI RIEMPIRE DI STEROIDI ANCHE I CUCCIOLI. DOPO 4 CONCEPT, FINALMENTE AUDI SI DECIDE CON LA Q3.

L’Audi RS Q3 era stata già anticipata in forma di concept numerose volte negli ultimi mesi.

Innanzitutto al Salone dell’Auto di Beijing 2012 nelle forme dell’RS Q3 Concept. In quell’occasione faceva bella mostra di sé anche la vezzosa Audi Q3 jinlong yufeng. Ma è anche debitrice dell’Audi Q3 Vail e pure dell’Audi Q3 Red Track.

Nell’ambito della strategia di espansione della gamma RS, la versione sportiva del SUV medio piccolo di Audi è diventata realtà diventando il primo modello della gamma “Q” a fregiarsi dell’altisonante logo RS.

Il nuovo modello sarà presentato al Salone dell’Auto di Ginevra 2013 e si rivolgerà ai fruitori della nicchia dei SUV sportivi ma lontani dal budget di una Porsche Cayenne Turbo o una Mercedes ML63 AMG.

CARROZZERIA

Esteticamente si riconosce il classico look sportivo Audi con paraurti modificati (l’anteriore con ingressi d’aria sul frontale surdimensionati), parafanghi gonfiati, griglia anteriore a nido d’ape, spoiler posteriore con estrattore inferiore e terminale di scarico ovale. L’estetica prorompente è abbellita con alcuni particolari in alluminio (il labbro inferiore della piccola presa d’aria sullo scudo paraurti, le calotte degli specchi, i bordi dello spoiler posteriore, il filo che corre lungo l’estrattore, i mancorrenti sul tetto).

Il corpo vettura dell’RS Q3 è stato abbassato di 25 mm (risulta anche più lungo di 25 mm, 4.410 mm) e contemporaneamente, la sua prestanza fisica è aumentata anche per effetto dei cerchi in lega da 19″ con razze sottili. Su quelli anteriori si intravvedono grandi dischi-freno forati da 365 mm di diametro con profili esterni ondulati e pinze a 8 pistoni.

MOTORE

Il 5 cilindri turbo che equipaggia i modelli della fascia “medio-piccola” (il noto 2.5 TFSI dell’Audi RS3 e TT-RS) è stato depotenziato rispetto agli altri modelli dove è installato: sulla RS Q3 eroga 310 Cv tra 5.200 e 6.700 giri e 420 Nm di coppia tra 1.500 e 5.200 giri.

Ciononostante, e nonostante 1.730 kg di peso, la RS Q3 si fionda sullo 0-100 in soli 5″5 e tocca 250 km/h autolimitati. Audi dichiara che questo motore consuma 8,8 litri di benzina ogni 100 km con un valore medio di emissione pari a 206 g/km di Co2.

L’erogazione del propulsore può essere modificata grazie all’Audi Drive Select presente di serie. Con i tre settaggi Auto, Comfort e Dynamic il pilota può configurare differenti “anime” della RS Q3, accentuate dalla sonorità di scarico più o meno possente.

TRASMISSIONE

Il 2.5 TFSI dialoga con il cambio a doppia frizione S-Tronic con 7 marce e con la trazione integrale dotata di frizione lamellare  a gestione elettronica e comando idraulico sistemata sull’asse posteriore e con funzione di differenziale centrale.

ABITACOLO
Gli interni ricevono il naturale trattamento della filosofia sportiva tracciata da Audi per i suoi modelli più performanti: inserti in lacca lucida (Alluminio Race o in carbonio optional), sedili sportivi con logo RS rivestiti in pelle/Alcantara (optional: sedili in pelle Nappa fine nero o argento luna con cuciture a contrasto in grigio pietra o con cuciture a losanghe). Sedili, volante e leva del cambio hanno cuciture grigie a contrasto.

Non mancano pedaliera e poggiapiedi in alluminio e strumentazione a fondo grigio con cifre bianche e lancette rosse.

Di serie sono presenti navigatore satellitare MMI Navigation plus, sistema audio BOSE con 14 altorparlanti da 465 W, telefono veicolare Bluetooth, connessione Internet WLAN, sistema di ausilio al parcheggio plus, fari xeno plus e i gruppi ottici posteriori in tecnologia LED.

Il baule dell’Audi Q3 RS offre una capienza minima di 356 litri, che possono aumentare a 1.261 litri abbattendo i sedili posteriori.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.