Condividi

LA SOTTILE LINEA ROSSA. COME GIA’ AVVENNE CON LA GT-R (STESSA POTENZA ALLA META’ DEL PREZZO), LA GT-R NISMO (ANTEPRIMA AL SALONE DI GINEVRA 2014) BATTE ANCORA LA PORSCHE 911 TURBO: 600 CAVALLI CONTRO 560 DELLA TURBO S. TELAIO OTTIMIZZATO, AERODINAMICA ANCORA PIU’ EFFICIENTE, ABITACOLO CON UN TOCCO “RACING” IN PIU’.

La Nissan GT-R Nismo è finalmente realtà. Il “gruppo di lavoro” sportivo del marchio giapponese ha finalmente svelato i contenuti del suo ultimo prodotto, massima espressione della  filosofia Nismo su una Nissan stradale.

Le varie 370Z Nismo, Juke Nismo e Juke Nismo RS hanno, giustamente, scaldato l’atmosfera, ma, ora, si fa sul serio. La Nissan GT-R Nismo, sviluppata sulla GT-R My 2014, infatti, percorre un giro al Nurburgring (dove è stata intensamente sviluppata) in 7:08.679.

Il V6 3.8 biturbo VR38DETT ha ricevuto due nuovi turbocompressori (quelli utilizzati per la versione GT3), nuovo impianto di aspirazione, nuova iniezione e nuova mappatura della centrlina. La potenza massima sale a 600 cavalli, con 652 Nm di coppia massima.

Per confronto, la McLaren MP4-12C ne produce 625 Cv, la Ferrari 458 Speciale 605 Cv, la Corvette Z06 625 Cv, la Lamborghini Huracan 610 Cv, la Porsche 991 Turbo S 560 Cv e l’Aston Martin V12 Vantage S 573 Cv.

A livello telaistico la Nismo è equipaggiata con sospensioni rivisitate: sono stati modificati gli attacchi degli elementi a triangolo per creare un diverso angolo di caster (incidenza) che produce ora, una migliore tenuta di strada in curva. Nuova anche la barra antirollio posteriore da 17,8 mm, le sospensioni con Bilstein con controllo elettronico Bilstein DampTronic e i pneumatici applicati alle ruote in lega da 20″: si tratta di gomme Dunlop specifiche per questo modello, in misura 255/40 ZRF20 e 285/35 ZRF20.

L’aerodinamica della GT-R Nismo è stata sviluppata e migliorata in simulazione attraverso l’avanzato sistema Computational Fluid Dynamic. Rispetto alla Nissan GT-R di serie presenta nuovi scudi paraurti ottimizzati, nuovo cofano e una grande ala in fibra di carbonio al posteriore. Il coefficiente di penetrazione aerodinamica molto basso, appena 0,26, risulta ulteriormente efficiente e ora, a 300 km/h, viene esercitato un carico di 100 kg in più rispetto alla GT-R normale.

La carrozzeria, che si riconosce, tra l’altro, per la linea rossa che corre lungo tutta la parte bassa, è disponibile in 5 colorazioni: Brilliant White Pearl, Meteor Flake Pearl Black, Ultimate Metallic Silver, Vibrant Red e, solo per questo modello, Matte grey.

L’abitacolo è stato personalizzato con nuovi sedili a guscio RECARO, volante a tre razze in Alcantara con cuciture rosse, strumentazione di colore rosso, particolari in fibra di carbonio, cuciture a contrasto per i rivestimenti in pelle della plancia e dei pannelli porta.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.